Close

Egildo Spada

Egildo Spada è nato a Poggiodomo (PG) nel 1953. Compiuti gli studi classici si è laureato a Roma in Storia e Filosofia. Insegnante, si dedica alla ricerca pubblicando saggi sulla storia e le tradizioni dell’Umbria: Poggiodomo e il suo territorio, (Città di Castello 1998); La transumanza. Transumanza e allevamento stanziale nell’Umbria sud orientale, (CE-DRAV, Cerreto di Spoleto 2002); La transumanza nella provincia di Perugia, (Perugia 2005). Ha collaborato al volume I Norcini e Roma, (Il Cubo, Roma 2013); ha curato anche la pubblicazione di quaderni didattici, del Saggio di vocabolario dialettale di Monteleone di Spoleto e Poggiodomo, Norcia 1999 e, insieme a Rita Chiaverini, dell’Irto Sentiero, libro di memorie sulla Grande Guerra di Giuseppe Capoccetti, (Fuorilinea, Monterotondo 2014), insieme ad Annarita Cugini, Porto-Santa Rufina. Storia di una Chiesa, (Roma, 2016). Come poeta ha esordito nel 1981 con Sillabario, (Rebellato, Venezia); seguono Il ritorno, (Guerra, Perugia 2005); In Folio, (Guerra, Perugia 2008); Me apocrifo, (Fuorilinea, Monterotondo 2012).
Per il Formichiere ha pubblicato, La Valnerina. Taccuino di viaggio, prima edizione 2015; La sacca e il bastone, sulle orme di Francesco, 2017; La Valle Spoletana, 2019