Close

Antonio Merlino

Antonio Merlino insegna nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università «Paris Lodron» di Salisburgo e nella Facoltà di Economia della «Libera Università di Bolzano». Laureatosi in Giurisprudenza a Trento, ha conseguito con lode un dottorato in «Scienze giuridiche» nell’Università «Suor Orsola Benincasa» di Napoli e un dottorato con lode in «Rechtswissenschaften» nell’Università «Paris Lodron» di Salisburgo.

In Austria ha conseguito l’abilitazione da Professore universitario ordinario in «Rechtsphilosophie» (Filosofia del diritto). In Italia ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale come Professore di seconda fascia in «Storia del diritto medievale e moderno».

È autore di molti saggi, libri e traduzioni. Con l’editore tedesco de Gruyter ha pubblicato Montesquieu. Eine Perspektive (Berlin-Boston, 2020). Tra le sue monografie si ricordano Storia di Kelsen (2012) e Kelsen im Spiegel der italienischen Rechtslehre (2013). Per «Il Formichiere» ha pubblicato Interpretazioni di Montesquieu (2018), L’idealismo giuridico di Vittorio Frosini (2019) e di recente la traduzione del primo libro di Hermann Heller su «Hegel e il pensiero nazionale dello Stato di potenza» (2021).

È editorialista per i quotidiani «Alto Adige» e «Trentino».