Close

Alessandro EGIDI, “È Carlo”

14,00 

Descrizione

148x210h mm, XVIII+99 pp., ill. a colori

prefazione di Francesco Albertelli
postfazione di Miriam Lamonaca

in copertina
La cravatta di Carlo Mosciatti.
Ancora intatta, presenta l’ultimo nodo mai sciolto fatto dal martire la mattina dell’arresto; sottrattagli all’arrivo presso il carcere romano di Regina Coeli, è oggi custodita dall’autore.

 

Il mio nome è Carlo Mosciatti e questa è la storia della mia vita, o meglio, la mia vita nella storia. Una storia lontana nel tempo, ma capace di essere vicina ai cuori di chi legge il mio racconto. E attraverso il mio racconto, il breve e impervio romanzo della mia esistenza terrena, mi rende ancora vivo tra voi.

L’amore, la speranza, la paura, il dolore; tutto questo, in un’avvincente narrazione “indirettamente diretta” del mio difficile percorso di vita, rinasce e rivive tra le vostre mani attraverso le pagine di questo libro, con il fine ultimo di far sbocciare nei vostri cuori il delicato e prezioso fiore della Memoria. Una Memoria con la M maiuscola, una Memoria capace di rigenerarsi e di alimentarsi a ogni lettore, a ogni pagina, a ogni parola e di non terminare mai la sua corsa, così come io, con essa, non terminerò mai realmente la mia vita, albergando in voi per sempre.
Carlo Mosciatti (Matelica 1924 – Roma 1944)

 

INDICE

Prefazione di Francesco Albertelli

È CARLO

Introduzione

Capitolo 1 Io, Carlo, un nuovo fiore che sboccia nell’inverno del mondo

Capitolo 2 Scoppia la guerra ed esplode l’amore

Capitolo 3 Il ritorno a casa

Capitolo 4 Dal grigiore della prigionia all’oscurità dell’eccidio

Capitolo 5 Knien! – Inginocchiati!

Capitolo 6 È Carlo

Capitolo 7 La mia vita dopo la morte

PAGINA BIANCA

Postfazione di Miriam Lamonaca

Informazioni aggiuntive

Anno

Autore

Città

EAN

Editore